Pizzica La Luna

 

 

 

Marionette, burattini e pupazzi a vista per ragazzi dai 6 anni e pubblico misto.

 

Un’idea di Barbara Chiarilli

 

Regia: Barbara Chiarilli e Luca Vonella

 

con: Anna Fantozzi e Alessandra Deffacis

 

Durata: 1 ora circa

 

Lo spettacolo è realizzato con la collaborazione del

Teatro a Canone di Chivasso (TO)

 

<<Anch'egli guidica che tutto sia bene. Questo universo, ormai senza padrone, non gli appare sterile né futile. Ogni granello di quella pietra ogni bagliore minerale di quella montagna, ammantata di notte, formano, da soli, un mondo>>

Il mito di Sisifo. Albert Camus

 

 

"Pique-la-lune", Pizzica-la-luna, è il soprannome di Antoine de Saint-Exupéry quando, da bambino, passava il tempo con il naso all’insù a fantasticare ma era anche il nome con cui lo scrittore chiamava un ometto che amava disegnare e che sarebbe diventato il protagonista della sua opera più famosa: il Piccolo Principe. Tutta la storia di quel bambino fantasioso che un giorno divenne un pilota e un esploratore, sembra sovrapporsi alla fiaba del Piccolo Principe: entrambi fuggiranno dal loro piccolo pianeta e cominceranno a visitare il cielo e a guardare la realtà dall’alto, come fosse un mondo in miniatura.

Antoine de Saint-Exupéry e il Piccolo Principe si fondono qui in un unico personaggio, una marionetta vestita da pilota che precipita nel deserto, luogo di separazione e morte, ma anche di incontro e accoglienza dell’altro, e comincerà il suo cammino verso la verità. Sempre fedele al piccolo pianeta della sua infanzia, Pizzica-la-luna, spinto da inquietudine, comprenderà il legame che lo unisce al suo territorio, il senso dell’amicizia e il valore non misurabile del suo amore con la rosa. Il percorso è quello mitico di un viaggio iniziatico in cui gli uomini, sagome più che personaggi, sembrano aver perso il vero senso dell’esistenza che il protagonista dovrà recuperare grazie all’esperienza e all’aiuto di un grande maestro: la volpe. Questa si presenta dapprima come burattino, fuori da quel mondo miniaturizzato ma, attraverso l’addomesticamento, riuscirà a diventare marionetta e ad entrare nella dimensione di Pizzica-la-luna. Percorso inverso toccherà alla rosa, che diventerà pensiero costante ed ingombrante, ma ormai lontano, durante tutto il viaggio.

 

Sullo sfondo i paesaggi surreali dell’opera di Magritte, dominanti dal mistero e da simboli ancestrali, a marcare le tappe di questo viaggio alla ricerca della propria esistenza e che non potrà che concludersi con la morte di Pizzica-la-luna. Sarà il finale a ricongiungere le sorti dello scrittore e del bambino che un giorno decise di fuggire dalla sua casa d’infanzia. Il pilota Saint-Exupéry scomparirà nel nulla il 31 luglio 1944 e il Piccolo Principe chiederà al serpente di aiutarlo a morire per poter tornare, finalmente, a ricongiungersi con la vera natura dell’universo.

 

<<Qualunque cosa facciamo la dismisura serberà sempre il suo posto entro il cuore dell'uomo, nel luogo della solitudine. Tutti portiamo in noi il nostro ergastolo, i nostrio delitti e le nostre devastazioni. Ma il nostro compito non è quello di scatenarli attraverso il mondo; sta nel combatterli in noi e negli altri>>

L'uomo in rivolta. Albert Camus.

 

Guarda nel video un estratto dello spettacolo.

Testi di riferimento

Il Piccolo Principe. A. De Saint-Exupéry

Memorie della rosa. Consuelo De Saint-Exupéry

Terra degli uomini.A. De Saint-Exupéry

Pilota di guerra. Lettera a un ostaggio. Taccuini.A. De Saint-Exupéry

Volo di notte.A. De Saint-Exupéry

Manon ballerina.A. De Saint-Exupéry

 Antoine De Saint-Exupéry: una poetica dello spazio. Simona Pollicino.

 Saint-Exupéry, l'ultimo volo. Higo Pratt.

Il mito di Sisifo, A. Camus

L'uomo in rivolta, A. Camus

Create your own Animation